Archivi tag: trapani

Segnalava i barconi di migranti in difficoltà: indagato don Zerai, prete candidato al Nobel

mose-zerai-300x225-220x150Il sacerdote eritreo Mosè Zerai, candidato al Premio Nobel per la pace nel 2015 e impegnato da anni negli aiuti umanitari ai profughi, è accusato dalla Procura di Trapani di “favoreggiamento dell’immigrazione clandestina”. La colpa di Zerai secondo la procura siciliana sarebbe stata quella di… Continua »

Procura Trapani: “Documentati incontri ONG – trafficanti libici. Ma nessun collegamento stabile”

snapshot109-220x150Procuratore di Trapani Ambrogio Cartosio spiega il perché del fermo della nave della ONG tedesca Iuventa, ma precisa: “Finalità umanitarie, non ci sono indagati per associazione a delinquere”. Come vi abbiamo raccontato, la nave Iuventa della ong tedesca Jugend Rettet è stata intercettata in nottata al largo di Lampedusa e… Continua »

Trapani, operazione polizia e GdF contro famiglia mafiosa

snapshot519

I poliziotti della Divisione Anticrimine e Militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Trapani hanno eseguito nei Comuni di Partanna (TP), Santa Ninfa (TP), Salemi (TP) e Gibellina (TP), il sequestro anticipato di beni, ai fini della confisca, per un valore stimato di circa 3 milioni… Continua »

Bambina violentata al doposcuola: arrestati preside e bidello

E’ avvenuto a Marsala. Le violenze su una minore tra il 2004 e il 2009: l’indagine è scattata dopo la confessione della ragazza, ora 17enne

MARSALA (TRAPANI) – E’ una storia agghiacciante e brutale quella che viene da una scuola di Marsala, dove una preside e un bidello sono stati arrestati dalla squadra mobile di Trapani per una serie di violenze sessuali ai danni di una giovane, ora 17enne.
All’epoca dei fatti (tra il 2004 e il 2009), la ragazza era poco più che una bambina: aveva tra gli 8 e i 12 anni. Il reato ipotizzato dalla procura di Marsala è violenza sessuale di gruppo aggravata ai danni di minorenne.
GLI ATTI SESSUALI NELLA STANZA DELLA PRESIDE – Le indagini della polizia – anche con intercettazioni ambientali – hanno ricostruito la triste vicenda di abusi all’interno dell’istituto scolastico. E’ stato accertato che, negli anni di frequenza presso la scuola, in diverse occasioni durante il doposcuola, la minore era stata invitata dalla preside (oggi 50enne) nella sua stanza dove, presente anche il bidello (48enne), subiva atti sessuali.“
LA RAGAZZA HA DENUNCIATO TUTTO – Dopo anni di violenze, la ragazza ha confidato tutto al convivente della madre ed è partita poi l’indagine della squadra mobile di Trapani che, con un’audizione protetta della giovane, ha ricostruito la vicenda e arrestato i due, ora ai domiciliari. Sono state effettuate anche perquisizioni per acquisire ulteriori elementi di interesse investigativo.

fonte: today

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: