Archivi tag: porno

Mamma, ho fatto un film porno e…

snapshot441Le iene
La figlia di Eva Henger ha fatto credere alla madre di volere iniziare la carriera di porno attrice….VIDEO>>

Annunci

Un film porno sugli schermi del centro commerciale davanti ai bambini: polemiche in Russia

snapshot370I vertici del centro commerciale Rio di San Pietroburgo hanno assicurato che i responsabili dell’incidente saranno puniti. Si ritiene che un pirata informatico abbia volontariamente… Continua »

A 12 anni stupra la sorellina di 4 anni dopo aver guardato porno sul cellulare

bambino-violenza-300x225L’adolescente, che aveva cercato di comprare il silenzio della sorellina con regalini vari, ha ammesso le sue colpe. A soli 12 anni ha violentato sessualmente e ripetutamente la sorellina di appena 4 anni convincendola poi a tacere con dei regalini. La brutta storia di violenza famigliare arriva dalla contea dell’East… Continua »

Rocco Siffredi torna al porno: nuovo film con Malena (ex delegata del Pd)

1482087124585.JPG--all_assemblea_del_pd_anche_la_pornostar_filomena_malena_mastromarino_Rocco Siffredi ritorna al cinema hard e lo fa insieme alla sua ultima scoperta: la pugliese Filomena Mastromarino, in arte Malena. Dopo l’addio alle scene hard annunciato in seguito alla partecipazione… Continua »

LE IENE – CIZCO: Il porno delle Iene – Il pizza boy

snapshot359Abbiamo realizzato il primo porno amatoriale delle Iene nel quale i protagonisti sono i Pizza Boy…. video >>

 

India, per errore il porno finisce sullo schermo in stazione

snapshot230Incidente imbarazzante a Nuova Delhi: per errore un film porno finisce sullo schermo della stazione davanti a centinaia di… Continua »

Prete beccato a guardare un video porno in chiesa

snapshot204Un sacerdote pizzicato da un fedele a guardare di nascosto un filmato sul cellulare, in cui si riesce a distinguere una ragazza che mostra il sedere: il video, che sarebbe stato girato alcuni giorni fa in una… Continua »

Video le iene – La mamma che diventa porno diva

snapshot1456p79

Roberta Rei ha incontrato una mamma che ha deciso realizzare film porno per onorare alcuni debiti. Ma durante il servizio alla nostra Iena è venuto più di un dubbio. Share the post “Video le iene –… Continua »

<< Link alternativo >>

La crudeltà umana uccide, non il Web

snapshot768
di Marco Viviani
Una ragazza campana di 31 anni ieri si è tolta la vita, impiccandosi con un foulard nello scantinato della casa di famiglia dov’era tornata da qualche tempo dopo essersene andata. Cercava da almeno un anno e mezzo qualcosa che evidentemente non ha trovato: la pace. Era complicato,… Continua »

Porno-vendette tra teenager “Punito” un ragazzo su venti

078ALLARME ADOLESCENTI – Messaggi hot, foto e video in atteggiamenti intimi: si fanno per amore, poi si trasformano in strumenti di rivalsa E quando le immagini vanno online, eliminarle diventa impossibile

Quel periodo della mia vita è stato un incubo: mi sembrava di essere circondata da persone che avevano visto… Continua »

Il Comune di Bologna paga i corsi per fare film porno

cessazza-g

Pioggia di soldi pubblici all’associazione che ospita l’iniziativa

La giunta rossa sostiene le quote rosa con un laboratorio che insegna alle donne a produrre pellicole hard per trans e lesbiche

Alessia Pedrielli | Libero 26-9-2015

Lei si chiama Slavina, o Malapecora, che dir si voglia. Si definisce una «porno attivista» e, oggi, sarà a Bologna per girare un film, porno ovviamente. Anzi per insegnare a girare un film porno. CONTINUA A LEGGERE

(video) La conduttrice e il ciondolo porno

vlcsnap-2013-01-04-20h13m10s19La conduttrice del programma di Canal + ha un ciondolo davvero particolare. Il cameraman non può evitatre di notarlo. E lei contenta lo mostra in tutti i modi…occhio al minuto 1:02 😀

Porno calcio, Lea Di Leo fa i nomi dei clienti in aula: Borriello, Toni, Coco, Fabri Fibra…

Secondo l’accusa, le confessioni scritte dell’attrice porno dovevano servire a organizzare un colossale raggiro ai danni di calciatori e personaggi dello spettacolo. A chiedere loro soldi per cancellare i nomi dal volume, Gaspare Aleci e Gaspare Richichi

Un libro scandalo con le memorie hard della pornostar Lea Di Leo, al secolo Sonia Faccio, la “regina” delle linee telefoniche erotiche. Un libro, mai stampato, che ha determinato un colossale raggiro. Le confessioni a luci rosse della Di Leo sono rimaste segrete, ma il tam tam pubblicitario su possibili rivelazioni del contenuto sono servite, secondo l’accusa, a tentare di organizzare una grossa estorsione a danni di vip del mondo dello spettacolo, dello sport e della politica, nomi eccellenti.
Una vicenda approdata adesso in tribunale, a Marsala. Protagonisti-imputati due siciliani, Gaspare Aleci, 35 anni e Gaspare Richichi, 27 anni, presidente e direttore commerciale di una casa editrice con sede a Marsala, la “Imart edizioni” che avrebbe dovuto pubblicare il libro della Di Leo. E’ stato un servizio televisivo delle “Iene” su Italia 1 a far emergere che i due imputati, Aleci e Richichi , avrebbero contattato diversi vip dicendo loro che erano citati nel testo scritto dalla pornostar e che, però, in cambio di una somma di denaro, tra i 10mila ed i 40mila euro, il loro nome avrebbe potuto facilmente scomparire.
Questa mattina è cominciato a Marsala il processo contro Aleci e Richichi: il pubblico ministero Dino Petralia ha presentato la sua lista testi, proprio quel lungo elenco di vip oggetto del ricatto e che dovranno essere sentiti, a cominciare dall’attuale presidente della commissione Finanze del Senato ed ex vice ministro Mario Baldassarri. Oltre a lui, anche attori, cantanti, calciatori, un regista e personaggi del mondo televisivo: una trentina di nomi famosi in tutto, tra cui gli attori Roberto Farnesi e Matteo Branciamore (Marco della serie tv “I Cesaroni”).
Tra le parti offese, a chiedere tramite i propri legali di costituirsi parte civile nel processo, il regista tv John Squarcia, il cantante Gianluca Grignani, i giornalisti Amedeo Goria e Giulio Golia, il rugbysta Dallan Dennis, i giocatori Bojinov, Borriello, Bressan, Coco, Colombo, Dalla Bona, Galante, Iaquinta, Inzaghi, Pavesi, Reginaldo, Tarducci,, Zanello, l’addetto stampa della Juventus Casassa.
Sonia Faccio, vero nome della Lea Di Leo, sarà la prima a testimoniare, estranea alle estorsioni e semmai oggetto di minacce di morte. La Faccio-Di Leo ha già assicurato che, al contrario di quanto aveva fatto intendere, il libro non conteneva nomi, ma solo riferimenti indiretti. Ma qualcosa, dal libro “incriminato”, è comunque trapelato: niente nomi per carità, ma alcunestorie molto “particolari”: quella di un giornalista Rai che si eccitava con gli animali e quella di un politico con la passione per le ammucchiate”.
fonte: ilfattoquotidiano.it

Porno incesto, madre e figlia Sexxxtons film insieme (foto e video)

TAMPA – “Incesto? Non è un problema”. Rispondono sicure Jessica e Monica ‘Sexxxtons‘, rispettivamente madre e figlia di 56 e 22 anni. La loro serie Taboo è una delle più popolari e diffuse nel mondo del porno. Il loro sito thesexxxtons.com è uno dei più visitati del settore.
Jessica e Monica vivono a Tampa, in Florida e sono state riprese per oltre un anno. Ma una cosa è chiara: possono fare sesso contemporaneamente con un altro uomo o con più uomini ma, davanti le telecamere, non si possono toccare. Per motivi legali.
“Non è facile – spiega Jessica – Le nostre labbra non si possono toccare durante le riprese”. Queste precauzioni, come spiegato dalle ‘Sexxxtons‘ sono utili per mantenere le loro scene nella legalità.
“Mi piace il sesso e mi piace farlo con mia madre – risponde Monica che ha lasciato le scuole dopo la terza media per iniziare la carriera nel porno – Durante le scene continuo a pensare come fare più soldi”.

fonte: huffingtonpost.com + video

SARA TOMMASI E MARRA: “DIECI MILIONI DI RISARCIMENTO PER I MIEI FILM PORNO” -FOTO

Sara Tommasi sul piede di guerra contro chi si è arricchito con i suoi film porno. La showgirl recentemente tornata alla ribalta dopo un ricovero riabilitativo sembra voler cambiar vita, ma se un giorno annuncia di voler cambiar vita, quello seguente arriva la notizia di un secondo film a luci rosse.
Immediata la reazione dell’avvocato e vate della Tommasi Alfonso Luigi Marra, che annuncia azioni legali contro chi ha tratto profitto dallo sfruttamento della sua immagine e anche la richiesta di un risarcimento da dieci milioni di euro per danni morali e patrimoniali.
Intanto, è già stata annunciata l’uscita di un nuovo porno con Sara Tommasi, “I soliti noti”, in cui accanto alla showgirl ci sono il disturbatore Paolini e l’ex secchione Tassinari. La pellicola, realizzata nei giorni immediatamente precedenti al ricovero, a detta della showgirl non sarebbe stata autorizzata in quanto lei credeva di star realizzando solo delle foto per un calendario osè.

ARRIVA COME4.ORG, IL SITO HARD CHE FARÀ BENEFICENZA -VIDEO

La pornografia è cattiva? Assolutamente no. Ne sono convinti i due giovani ideatori di come4.org, il primo sito a luci rosse che è nato con lo scopo di destinare tutti proventi in beneficenza. Marco Annoni e Riccardo Zilli sono i co-fondatori del progetto che ancora non ha visto la luce ma vi è molto vicino grazie a una raccolta fondi sul web in cui chiunque può fare la sua parte per finanziare un progetto nato dalla considerazione che ogni anno la pornografia online genera proventi per oltre 100 miliardi di dollari l’anno, e se qualcuno potrebbe non accettare soldi ottenuti in questo modo, loro sono pronti a scommettere che molti altri ne saranno entusiasti. Anzi, hanno già trovato il primo beneficiario: la Fondazione Asta Philpot, che promuove la sensibilizzazioni sui diritti delle persone con disabilità.
SPOT A LUCI ROSSE Come4.org sarà una piattaforma in cui gli utenti potranno guardare materiale pornografico ma anche inviare i propri filmini amatoriali, che saranno la vera e propria linfa del sito. Per pubblicizzare l’iniziativa, sono stati scelti due esperti del settore, i porno-attori Michelle Ferrari e Franco Trentalance. In una scenetta dal sapore casalingo i due vengono a conoscenza dell’iniziativa e se ne fanno portavoci. I ragazzi di come4.org fanno sul serio, anche se in molti gli chiedono se non sia tutto uno scherzo.
fonte testo: leggo.it

Crisi e disoccupazione: è boom di provini per attori porno

Tanti giovani si sono presentati al pre-casting per il ritorno all’hard di una pornostar a Firenze. Tra gli aspiranti attori persone che cercavano un impiego e un signore con un fotomontaggio

FIRENZE – C’era persino un 60enne a tentare la fortuna nel mondo dell’hard ai casting che si sono svolti al Sexy Disco Excelsior di San Donnino, alle porte di Firenze. Sarà la crisi economica, sarà la voglia di originalità degli italiani costretti a sbarcare il lunario in qualche modo, per il ritorno al mondo erotico della nota pornostar di La Spezia Michelle Ferrari (nella foto), l’affluenza non è di certo mancata. Anzi.
Sebbene fosse solo un colloquio, il locale è stato preso d’assalto da tanti “fustacchioni”. Di cui alcuni hanno deciso di provare a intraprendere la carriera di attori hard anche perché la crisi si fa sentire. E un lavoro, anche a luci rosse, potrebbe tornare comodo. IL VETERANO DELLA TRUPPA – Sono stati oltre una trentina, in tutto, gli aspiranti attori ad arrivare al locale di San Donnino. Uno però ha colpito in modo particolare: il veterano della truppa, il più attempato davanti alla vip room riservata ai colloqui. “Un sessantenne simpatico – racconta la direzione – che ha portato un curriculum tutto particolare”. Infatti l’arzillo signore ha presentato un curriculum con fotomontaggio. La sua testa sopra il corpo di un noto attore hard. Un viso segnato dal tempo sopra un fisico scolpito all’inverosimile.
Come è andata a finire? Il sessantenne ha suscitato tanta simpatia. Michelle Ferrari si è divertita molto per l’apparizione goliardica, tanto che l’uomo potrebbe essere arruolato in alcuni sketch comici nel prossimo film dell’attrice. Un futuro assicurato?
fonte: today.it

“SARA TOMMASI RICOVERATA IN OSPEDALE, È STATA USATA PER SOLDI FINO ALL’ULTIMO”

MILANO – Sara Tommasi proprio ieri aveva lasciato sulla sua pagina personale di Facebook un messaggio che lasciava poche interpretazioni: ” Le star di oggi – si leggeva sul social network – sono quelle che soffrono…- si legge sul social network – Vado al rehab (cioè in clinica). Ciao belli!!! Sara”.
A spiegare la situazione, dopo i tumultuosi mesi dell’ex isolana fra alieni e film pornografici, è arrivata sempre via Facebook Gabriella Sassone, giornalista famosa nel gossip con collaborazioni con “Novella2000” e “Dagospia”: “Attenzione – spiega –  voglio dare una bella notizia a tutti quelli che con me si sono preoccupati e hanno sofferto per la situazione di Sara Tommasi di questi ultimi mesi. finalmente stasera siamo riusciti a far ricoverare Sara… Non sta in un rehab e nemmeno in una clinica di lusso: sta in un ospedale. dove, chiaramente, pur se finalmente aveva deciso di farsi aiutare, non è certo entrata con le sue gambe … Ma era necessario fare questo passo: da mesi cercavamo di convincerla che così non ce la poteva + fare ad andare avanti: non mangiava più e si era ridotta pelle e ossa, non voleva + uscire di casa vinta da una forte depressione… eppure c’era chi ancora ha cercato di usarla fino all’ultimo per fare soldi o farsi pubblicità con lei… Cedo la Madonna di Medjugorje che Sara andò a pregare ci ha aiutati… da adesso in poi voglio leggere solo messaggi positivi su questa povera ragazza, vittima di un sistema che l’ha schiacciata e lacerata nell’anima… non voglio mai + trovare su nessuna bacheca gente che la offende, che la insulta, che la umilia, che la deride… gente che parla senza sapere quali gravissimi problemi e quali ferite profonde nell’anima si possano avere… parlo pure per tutti quelli che da mesi si chiedono dove sta la madre? ma ce l’ha un padre? ma ce l’ha una famiglia e degli amici??? sì, ce l’ha, siamo davvero in pochi ma siamo stati sempre vicino a lei cercando di aiutarla… non è facile stare vicino a una ragazza come lei, che in tanti cercano di sviare, bisogna avere una forza non indifferente, cercare di capire tra le mille bugie che ti racconta… lei sa chi le vuole bene davvero e vedrete che quando starà meglio lo riconoscerà. spero che sara esca dall’ospedale più forte di prima e che sia nuovamente in grado di fare le sue scelte di vita con un po’ di sale in zucca… e dare un solenne calcio in culo a tutti quelli che l’hanno sfruttata, usata, umiliata, sbattuta qua e là; a tutti quelli che le hanno offerto droga e quelli che le hanno fatto credere che la strada del porno era una figata… vergognatevi adesso! tutti… la vita di questa ragazza non è un gioco, non è un articolo di gossip… vai sara ti voglio rivedere presto come quando ti ho conosciuta… siamo tutti vicino a te… io so che ce la farai”.

USA, 6 MINUTI DI PORNO DURANTE UN CARTONE DISNEY. “BAMBINI SCONVOLTI”


NEW YORK – Aveva lasciato i suoi due bambini di 3 e 5 anni a guardare i cartoni animati che aveva precedentemente registrato per loro. I piccoli adorano “Lilo e Stitch”, film di animazione della Disney, e così Georgie Brown, di Fairview, in North Carolina, aveva registrato qualche giorno prima il programma su uno dei canali Disney. Ma la tranquillità di una mattinata qualsiasi è durata poco: dopo appena un minuto, la donna ha sentito suoni che poco si addicono a un cartoon.

La signora, che intanto era in cucina, pensava che i bambini avessero cambiato canale, ma in realtà qualcosa era andato storto durante la registrazione: sullo schermo, preceduto da una finestra che avvertiva della perdita di segnale, c’erano scene di sesso esplicito. Le immagini porno sono durate per sei minuti, poi di nuovo un avviso e il ritorno al cartone.

Sconvolti i bambini: la più grande è uscita dalla stanza urlando e tappandosi le orecchie, il più piccolo ha pianto immobile sul divano. Georgie Brown ha immediatamente contattato i responsabili di rete che hanno risposto con una dichiarazione ufficiale: “Abbiamo tecnologie avanzate che garantiscono la fornitura di contenuti che gli abbonati vogliono guardare. Stiamo lavorando con diversi partner e con i clienti per capire meglio ciò che è accaduto.” Anche la Fox Carolina ha contattato la Disney per avere spiegazioni, che al momento tardano ad arrivare.

Dal canto suo la FOX Carolina ha contattato Disney per ottenere una dichiarazione sulla vicenda, ma non c’è stata finora alcuna reazione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: