Archivi tag: muore

Russia: anziano muore in casa, i suoi 40 gatti lo divorano

daq-220x150L’uomo è stato trovato senza vita, e ormai ridotto a uno scheletro: dopo essere morto d’infarto è stato divorato dai suoi gatti. Un uomo di 68 anni di Omsk, città russa non lontana dal confine con il Kazakistan, noto ai suoi vicini per il carattere “burbero” e riservato, è stato divorato… Continua »

I medici rifiutano di ricoverarlo, lui muore a 21 anni di mononucleosi. Denunciato l’ospedale

snapshot115

Genova, ragazza di 16 anni muore dopo aver assunto una pasticca di ecstasy

mdma-ecstasy-300x225-320x240snapshot91

La giovane ha avuto un malore la scorsa notte intorno alle 2 ed è morta un’ora dopo il ricovero in ospedale. La polizia dà la caccia allo spacciatore. Una ragazza di 16 anni di Chiavari, in provincia di Genova, è morta la scorsa notte dopo aver assunto una pasticca di… Continua »

India, la palma di cocco crolla e la travolge in strada: morta popolare presentatrice tv

dd-anchor-main-300x225Stava tornando a casa a piedi da una lezione di yoga quando la pianta è caduta, travolgendola. Inutili i soccorsi. La tragedia è avvenuta a Mumbai. La vittima è la 58enne Kanchan Nath. Ed ora il marito ha denunciato la municipalità: “Quella palma doveva essere abbattuta già mesi fa”. Tragedia… Continua »

Ilva, giovane operaio muore schiacciato

Taranto, sciopero immediato proclamato dai sindacati. Azienda sospende attivita’ in segno di lutto

TARANTO – Un giovane operaio dell’Ilva, Claudio Marsella di 29 anni, locomotorista, è morto mentre era al lavoro nello stabilimento di Taranto. E’ rimasto schiacciato durante le operazioni di aggancio della motrice ai vagoni, riportando lesioni al torace e la frattura del femore. Le sue condizioni erano già molto gravi all’arrivo dell’ambulanza del 118. Marsella è deceduto poco dopo il ricovero. Il corpo è stato trovato ai piedi di un locomotore nei pressi di uno dei moli interni al recinto dello stabilimento. Sono in corso accertamenti sulle cause della morte. Uno sciopero immediato è stato proclamato dai sindacati all’Ilva di Taranto dopo che si è diffusa la notizia della morte di un giovane operaio locomotorista. Rappresentanti sindacali incontreranno a breve la dirigenza aziendale.
AZIENDA SOSPENDE ATTIVITA’ PER LUTTO La direzione aziendale dell’Ilva di Taranto “nell’esprimere piena vicinanza ai parenti” dell’ operaio morto questa mattina, “ha deciso di sospendere le attività dello stabilimento, relative al primo turno, in segno di cordoglio”. In una nota la direzione aziendale precisa che l’incidente è avvenuto “intorno alle 8.45 circa, in prossimità del 5 sporgente”. L’operaio, Claudio Marsella, era in forza al reparto movimento ferroviario. Sulle dinamiche dell’incidente sono in corso accertamenti.
45 GLI OPERAI MORTI DAL 1993 – Con quella di Claudio Marsella, schiacciato oggi da un locomotore, sono 45 le morti degli operai avvenute all’interno dell’Ilva di Taranto dal 1993. L’ultima disgrazia si era verificata l’11 dicembre del 2008 quando un lavoratore polacco, dipendente di un’azienda appaltatrice, cadde da un ponteggio dell’altoforno 4. Le morti bianche nel siderurgico tarantino sono state per le cause più disparate: molti operai sono deceduti in seguito a cadute da ponteggi di impianti, ad esplosioni di macchinari o al crollo di gru o perché colpiti, nel corso delle fasi delle varie lavorazioni, da pesanti bramme o schegge di materiali; altri operai sono morti per aver inalato gas nel corso di lavori di manutenzione. Difficili da quantificare gli incidenti che, nel corso degli anni, hanno causato centinaia di feriti e ustionati. Da segnalare, infine, l’atroce fine del tarantino Saverio Paracolli, di 45 anni, morto il 10 aprile 2004 dopo sette giorni di agonia per un incidente avvenuto nel Tubificio 1: rimase incastrato fra un tubo e un’apparecchiatura usata per smussarlo. (ansa)

BATTERISTA MUORE DI INFARTO SUL PALCO: LA SUA BAND CONTINUA A SUONARE -VIDEO

SAN PAOLO – Una tragedia consumata in diretta, proprio sul palco durante la performance. Incredibile lo scherzo che il destino ha giocato al batterista americano Bradford Lee Parker, 59 anni, morto in seguito ad un violento attacco cardiaco. Sembrava un concerto normale per la band Generation Esmeralda, in diretta sulla tv nazionale brasiliana, ma a un tratto il musicista si accascia sulla batteria, esanime, mentre in concerto continua: nessuno si è reso conto dell’immane tragedia appena consumata.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: