Archivi tag: marito

Il marito torna casa, l’amante scappa nudo sul tetto

snapshot124Un uomo nudo, appena uscito dalla finestra di un appartamento, si rannicchia sul cornicione del palazzo: la scena, che circola in questi giorni sui social, è stata filmata in Francia dal dirimpettaio del condominio. L’ipotesi più accreditata, tra gli utenti, è quella dell’amante che si nasconde dal ritorno inaspettato del… Continua »

Lettera del marito a Virginia Raggi: “Ti sarò sempre accanto e ti proteggerò”

4509360_MGTHUMB-INTERNAUna tenera missiva indirizzata a Virginia Raggi, neosindaco di Roma. A scriverla sul suo blog è Andrea Severini, ‘cittadino in Movimento’ come egli stesso si definisce e, soprattutto, marito del primo cittadino della Capitale. Orgoglioso e commosso, Severini ha voluto dedicare una ‘Lettera al sindaco di Roma, mia moglie!’ per festeggiare il trionfo… Continua »

Moglie gelosa taglia i genitali del marito

La donna ha impugnato un coltello da cucina e ha cercato di evirare il marito mentre dormiva. L’uomo ha riportato lesioni lievi
FASANO (BRINDISI) – La gelosia può fare brutti “scherzi”. Bruttissimi, anzi. E’ il caso di un uomo di 40 anni, di Fasano in provincia di Brindisi, ferito ai genitali dalla moglie.
Ecco i fatti: la signora, forse in preda a una crisi di gelosia, ha agito nel cuore della notte mentre il compagno dormiva beato nel letto coniugale. Secondo quanto riportato dal Quotidiano di Brindisi, ha usato un coltello da cucina per cercare di evirare il coniuge.
Quest’ultimo si è svegliato di soprassalto riuscendo ad evitare conseguenze peggiori: così si è presentato al pronto soccorso dell’ospedale cittadino, dove i medici hanno medicato le ferite ai genitali con alcuni punti di sutura.
Dopo le cure, il paziente è stato dimesso. Trattandosi di ferite lievi, se l’è cavata con una prognosi di pochi giorni. Gli infermieri hanno avvertito i carabinieri e ricostruito la vicenda proprio grazie alla testimonianza dell’uomo, che tuttavia ha preferito non denunciare la moglie.

VERCELLI, DONNA PICCHIATA DAL MARITO PUBBLICA SU FB LE FOTO CHOC -GUARDA

VERCELLI – Social network come Facebook sono usati per lo più per svago e divertimento, ma una donna di Vercelli, ha deciso di trasformare la sua pagina in uno strumento per denunciare le violenze subite tra le mura di casa. Nell’immagina di copertina una schiena nuda, piena di lividi e contusioni, mentre nella foto profilo il volto parzialmente oscurato della protagonista, con gli occhi neri, come se avesse partecipato ad un incontro di boxe. «L’uomo che conosco da 25 anni mi ha lasciato un bel ricordino», questo il commento della donna, di cui non viene resa nota l’identità, ma che subito ha suscitato commenti di rabbia e conforto da parte degli utenti del social network, oltre a parenti ed amici, che con tutta probabilità conoscono anche l’aguzzino. Un’altra storia di violenza domestica, una piaga purtroppo molto frequente in Italia, dove vi è un tasso dell’78%, anche se pochissime donne denunciano gli abusi, addirittura la maggior parte non li considera neanche come tali. La donna di Vercelli ha avuto il coraggio di uscire allo scoperto con questo «regalo al suo compagno», come lei stessa lo ha definito, anche se lo strumento usato per la denuncia non è proprio dei più convenzionali. Il sito web Giornalettismo ha pubblicato on-line le immagini del profilo della donna, immagini forti, che testimoniano una grande sofferenza, un dolore che ha spinto una donna come tante a rendere pubblico il suo “Inferno quotidiano” fonte:leggo.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

MADRE SI PROSTITUISCE PER MANTENERE I SUOI CINQUE FIGLI. “COLPA DI MIO MARITO”

GALLIPOLI – “Mi prostituisco per mantenere i miei cinque figli“, rivelazione choc di una donna separata dal marito e con cinque bocche da sfamare. Il “Nuovo Quotidiano di Puglia” racconta la storia di Marta, nome di fantasia, una donna che per mantenere la sua famiglia ha deciso di prostituirsi. Il marito, un militare, non le passa nemmeno un centesimo e ha bruciato tutti i loro risparmi a causa dello «stramaledetto vizio» del gioco d’azzardo. 
Prima di vendere il suo corpo le ha tentate tutte: ha fatto richiesta al sindaco di Gallipoli di essere inserita nelle liste delle ‘forze lavoro’, allegando tanto di curriculum, niente, nessuna risposta. Allora ha scritto un’accorata lettera alla Caritas diocesana, illustrando tutta la sua situazione e raccontando i problemi legati alla sua solitudine, al fatto di avere a carico dei figli, due dei quali bisognevoli di cure. Si è rivolta invano all’Inps per vedere se a fronte di una sua menomazione potesse riscuotere una pensione. Poi la vendita di vestiti e gioielli. Infine la drammatica decisione di prostituirsi e la continua battaglia legale per avere dal marito ciò che le spetta. «Mentre lui – dice – il padre dei miei figli, continua a sperperare i soldi al gioco e alle macchinette, insieme ad altri suoi colleghi. Sono disperata cosa altro mi resta da fare? Mi rimane solo la possibilità di vendere il mio corpo, è l’ultima spiaggia. Voglio che si sappia, vorrei che nessuna altra donna viva ciò che sto vivendo io, abbandonata a me stessa, eppure ho chiesto solo quello che penso essere un mio diritto: riuscire a crescere i miei figli».
fonte: leggo.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: