Archivi tag: luca telese

Sgarbi contro tutti: minacce a Telese, improperi contro Costamagna, Izzo, Castellina. “Vaffa… dici solo cazzate”

snapshot127Bagarre roventissima durante Bianco e Nero (La7): protagonista unico è il critico d’arte Vittorio Sgarbi, che, nella foga di difendere il ristoratore di Lodi indagato per aver ucciso un ladro, attacca indiscriminatamente quasi tutti i presenti in studio. La prima “vittima” è la giornalista Luisella Costamagna, rea di aver stigmatizzato… Continua »

Annunci

Telese, quando li paghi i debiti di Pubblico?

maggiordomo-teleseCONGRATULAZIONI LUCA! Qualcuno avrà stappato una bottiglia di champagne per festeggiare l’approdo a Matrix – in onda stasera su Canale 5 – di Luca Telese, ex conduttore di In Onda. Tra questi non ci sono però gli oltre cento collaboratori di Pubblico che a settembre dello scorso anno hanno accompagnato il giornalista romano nella sua avventura editoriale. Loro di soldi per lo champagne non ne hanno. Anche perché da un anno attendono il pagamento delle mensilità arretrate. Non dell’ultima, ma di tutte quelle della breve vita del giornale. Per questo hanno accolto la notizia del passaggio a Mediaset con velenosa ironia. “Congratulazioni! – scrive la giornalista precaria Carolina Cutulo – Sono certa che adesso provvederai tempestivamente a pagare tutti i compensi in sospeso degli ex collaboratori di Pubblico e di Orwell (l’inserto culturale del quotidiano, ndr). Finalmente tiro un sospiro di sollievo sulle bollette insolute impilate sul tavolo di cucina”. Ancora più arrabbiato è Christian Raimo, il direttore di Orwell: “Dei 18mila euro che spettavano ai nostri trenta collaboratori ne sono stati pagati solo 2mila 400.

Stessa situazione per i cento collaboratori di Pubblico che sono in attesa di circa 80mila euro. Quello che fa arrabbiare ancora di più è che i venti giornalisti assunti hanno ottenuto due anni di cassa integrazione per tre soli mesi di lavoro. I precari, invece, a distanza di un anno ancora non hanno visto un euro”. Su Twitter Telese ha risposto alle accuse di Raimo, promettendo: “Venti giorni fa abbiamo deliberato il rifinanziamento della società”. Raimo però non abbocca: “Aspettiamo da un anno. Finché non arriva il bonifico non credo a nulla di quello che dice”.

rrttLa breve storia del quotidiano era cominciata il 18 settembre 2012, quando la creatura di Telese (direttore e socio del giornale) era sbarcata in edicola e un Telese gongolante poteve affermare: “Abbiamo venduto 50mila copie!”. Dopo quattro mesi – il 31 dicembre – le pubblicazioni vengono sospese perché il giornale vende solo 4000 copie. Il salvataggio sembra arrivare a febbraio, quando il finanziere Proto annuncia l’acquisto della società e la riassunzione di tutti i giornalisti. Il giorno successivo però la Gdf lo arresta.
(Alessio Schiesari)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: