Archivi tag: francia

Di Maio (M5S): Oggi è la festa nazionale francese ma sui migranti la Francia non si comporta come un paese UE

chaturbate14Ominibus 14/07/2017 – Luigi Di Maio (M5S) nel giorno della festa nazionale francese sarà a Ventimiglia per controllare la situazione migranti in… Continua »

Annunci

Francia: stravince Macron, festa in topless per le Femen

snapshot303I primi exit poll danno il candidato europeista vincente col 70% delle preferenze al ballottaggio per le elezioni presidenziali francesi contro la leader del Fronte Nazionale, il cui recupero – come ampiamente previsto dai sondaggi alla vigilia – è quindi impronosticabile; tanto che ha già chiamato l’avversario per congratularsi della… Continua »

Il marito torna casa, l’amante scappa nudo sul tetto

snapshot124Un uomo nudo, appena uscito dalla finestra di un appartamento, si rannicchia sul cornicione del palazzo: la scena, che circola in questi giorni sui social, è stata filmata in Francia dal dirimpettaio del condominio. L’ipotesi più accreditata, tra gli utenti, è quella dell’amante che si nasconde dal ritorno inaspettato del… Continua »

TERRORISMO, IL CORAGGIO CHE CI MANCA (Massimo Fini)

fini-massimo-1-jpgLo Zeitgeist, lo spirito del tempo, del nostro tempo, in Occidente, può essere riassunto in una sola parola: paura. Paura, non terrore. Il terrore lo seminano quegli altri che hanno quel coraggio che a noi è venuto completamente a mancare. Tutti i governanti europei affermano solennemente che noi (la nostra… Continua »

Operazione Bagnasciuga (M.Travaglio)

burkini-jpgCome già la Buonanima poco prima dello sbarco degli Alleati in Sicilia, anche il primo ministro francese Manuel Valls ha deciso di alzare sul bagnasciuga la Maginot per respingere l’assalto delle truppe jihadiste in uniforme burkini (costume scomunicato perché “incompatibile con i valori della civiltà della Francia e della Repubblica”)…. Continua »

Nizza, il tir piomba sulla folla: il video della strage

snapshot503

Strage a Nizza: camion sulla folla e spari, 84 morti. «Tanti i bambini»
È stato un nizzardo di origini tunisine

Intorno alle 22.30 il mezzo ha investito le centinaia di persone assiepate sul lungomare per i fuochi d’artificio del 14 luglio. Scambio di colpi con la polizia, ucciso il conducente…Continua >>

Francia: agente di polizia rifiuta di stringere la mano al presidente Hollande

snapshot346
È successo a Versailles, durante l’omaggio ai due poliziotti uccisi lunedì a Magnanville
L’agente non stringe la mano al presidente francese Hollande in segno di protesta per la mancanza di mezzi per far fronte al lavoro delle forze dell’ordine. VIDEO >>

LA FRANCIA CONTRO IL #JOBSACT

snapshot302
La Francia intera si è mobilitata il 14 giugno contro il Jobs Act, la legge che dovrebbe rendere il mercato del lavoro più flessibile, abbassando le tutele. Secondo la Cgt, la Confédération générale du travail, la più importante confederazione sindacale francese, a Parigi c’erano un milione di persone. Si sono… Continua »

Total ci fece guerra, noi la premiamo (F. Bechis)

6718624
C’erano i francesi dietro le bombe a Gheddafi: volevano sostituirsi all’Eni in Libia. Ora comandano in Italia
Dignità nazionale calpestata

di Franco Bechis
Il primo documento è emerso nel giugno dello scorso anno fra le carte della commissione di inchiesta del Congresso Usa sulla uccisione – avvenuta l’11 settembre 2012… Continua »

Renzi ha svenduto il nostro mare ai francesi

snapshot602Un trattato firmato un anno fa e mai portato in Parlamento cede ai vicini le zone più pescose davanti alla Liguria e alla Sardegna. Già sequestrati alcuni pescherecci

Abbiamo dato un pezzo di Sardegna ai francesi. Corrado Guzzanti l’aveva previsto anni fa, imitando Giulio Tremonti: «Vendiamo la Sardegna. È… Continua »

Aviaria: focolaio in Francia, 8 paesi fermano import pollame

roma 16 09 05  Ospedale Sallanzani di Roma.Laboratorio di biosicurezza.
Colpito il più grande produttore agricolo dell’Unione europea

Otto paesi, tra cui Giappone e Marocco, hanno sospeso le importazioni di pollame francese dopo che il virus H5N1 dell’influenza aviaria è stato… Vai all’articolo

(VIDEO) Francia, Casaleggio: «La guerra non si combatte con la guerra»

http://themeticulous.altervista.org/blog/?p=2821
Il fondatore del M5s: «L’Isis è figlio di una serie di guerre insensate tra cui l’ultima è quella in Siria» – di Nino Luca /Corriere.it

«Domani mattina presenteremo in Parlamento la nostra posizione. La mia idea è che la guerra non si combatte con la guerra. Noi non dialogheremmo con l’Isis, l’Isis per il momento è ancora un’entità abbastanza astratta. Bisogna dialogare con le realtà del Medio Oriente. L’Isis è figlia di una serie di guerre insensate tra cui l’ultima è quella in Siria». Così Gianroberto Casaleggio ha risposto al «Corriere della Sera» a margine della presentazione di un libro a Piazza Affari interviene dopo gli attacchi in Francia. Ma l’occasione è stata buona anche per parlare di politica nazionale: «Pensiamo che l’Italicum abbia molte lacune, e non cambiamo idea solo perché vinciamo». Avete vinto a Sedriano, primo comune lombardo sciolto per mafia: «A Roma non hanno sciolto il consiglio comunale per mafia, se lo avessero sciolto avremmo vinto anche lì». VIDEO

La Francia propone un referendum per uscire dall’Euro

euroLa notizia è di qualche giorno fa, ma nessuna testata giornalistica o trasmissione televisiva ha avuto il coraggio di diffonderla a livello nazionale: “La Francia, accortasi dell’errore commesso il giorno in cui è entrata a far parte della moneta europea unica, ha deciso di ribellarsi”.
L’europarlamentare Marine Le Pen, che ha dichiarato: “Je demande solennellement au président de la République d’organiser en janvier 2014 (…) un référendum sur la sortie de la France de l’Union européenne”
ossia, la Francia chiede di:

Definire l’uscita dall’Euro della Francia;
l’annullamento del Trattato di Schengen;
proteggere i confini e ridare ordine all’industria;
ricondurre la Costituzione Nazionale prima di quella scritta a Brussellex nel Trattato di Lisbona.”

In Italia solo Beppe Grillo, ha proposto un referendum per far scegliere al popolo se restare o no nell’Euro.

VIDÉO. Marine Le Pen demande à François Hollande un référendum sur la sortie de l’UE en janvier 2014

http://www.dailymotion.com/video/xxx2dv_marine-le-pen-demande-a-hollande-un-referendum-sur-la-sortie-de-l-ue-en-janvier-2014-03-03_news

http://www.huffingtonpost.fr/2013/03/02/marine-le-pen-demande-referendum-sortie-ue-francois-hollande_n_2798083.html

Le Balle Quotidiane / 2

schermata134Leggete questa spazzatura da Repubblica: “Dal palco allestito a piazza Maggiore a Bologna, tappa del suo tour elettorale, Beppe Grillo senza ombrello sotto la pioggia scrosciante lancia la sua ‘proposta shock’: “Al Qaeda bombardi Roma”. Fornisce le coordinate Gps, allude a una “ridente cittadina, un po’ più a Sud di Bologna” e invita Al Qaeda, in caso di rappresaglie per l’escalation militare in Mali, a indirizzare lì i propri missili.“. Ma vi rendete conto di quello che scrivono? Aizzano le persone. Questo è il vero fascismo. Viene completamente rovesciato il senso della mia battuta. Ho espresso pubblicamente la mia contrarietà e estraneità a un qualsiasi coinvolgimento dell’Italia nella guerra in Mali, così come prevede l’art. 11 della nostra Costituzione. Io non ho niente contro il Mali, nulla contro i tuareg che vengono massacrati dalle forze golpiste sostenute dai francesi. Le coordinate gps erano un suggerimento ai francesi, a cui noi dovremmo fornire le basi logistiche. Solo dei giornalisti di regime potevano stravolgere il senso delle mie parole,
Leggi le altre balle quotidiane qui.
fonte: beppegrillo.it

(video) La conduttrice e il ciondolo porno

vlcsnap-2013-01-04-20h13m10s19La conduttrice del programma di Canal + ha un ciondolo davvero particolare. Il cameraman non può evitatre di notarlo. E lei contenta lo mostra in tutti i modi…occhio al minuto 1:02 😀

“La pillola anticoncezionale mi ha reso disabile”

Il caso choc di una ragazza francese di 25 anni, con handicap al 65%. Denunciato il colosso farmaceutico Bayer. E’ il primo caso di effetti devastanti dovuti a questo tipo di farmaco

pillola-anticoncezionale-bellezza-2Marion ha 25 anni ed è disabile al 65%. Marion è la prima donna che ha denunciato gli effetti “devastanti” di una pillola anticoncezionale prodotta dalla Bayer.
E per questo Marion Larat ha deciso di citare in giudizio il colosso farmaceutico tedesco.
I fatti risalgono al 2006 quando Marion è rimasta colpita da un ictus. Al risveglio dal coma, Marion è entrata in un icubo. Oggi la ragazza soffre di emiplegia, afasia, epilessia ed è disabile al 65%.
Appena tre mesi prima dell’incidente vascolare cerebrale Marion, per sconfiggere l’acne, ha iniziato ad assumere il farmaco contraccettivo: il Meliane.
Oggi Marion ha sporto denuncia presso il tribunale di Bobigny, vicino a Parigi, contro il laboratorio Bayer Santè per danni involontari alla sua integrità fisica. Una denuncia estesa anche all’Agenzia sanitaria francese per la sicurezza dei farmaci (ANSM) per “violazione del principio di precauzione” perchè l’agenzia non ha mai chiesto il ritiro dal mercato del farmaco in questione.
he il suo ictus, con le gravi conseguenze che ne sono derivate, fosse dovuto alla pillola lo ha scoperto nel 2010 quando Marion ha incontrato un ragazzo e ha deciso di riprendere la pillola, interrotta al momento dell’attacco cerebrale. È a quel punto che alcune analisi hanno rivelato un’anomalia genetica: Marion è portatrice del fattore V di Leiden, una variante della proteina fattore V umana che aumenta il rischio di trombosi venosa.
In questi casi l’uso di contraccettivi orali è sconsigliatissimo. Ma “mai nessuno ha proposto a Marion di effettuare controlli sui fattori di coagulazione prima di prescriverle la pillola. Nè le sono mai stati chiesti gli antecedenti familiari”, ha precisato Andrè Larat.  (today.it)

FRANCIA, CATTOLICI INTEGRALISTI CONTRO I GAY. LE FEMEN PICCHIATE A PARIGI -FOTO

PARIGI – Il clima si surriscalda in Francia e le polemiche sull’apertura del governo alle nozze e all’adozione delle coppie gay diventa scontro di piazza. L’appuntamento di sabato, con oltre 100.000 oppositori nelle piazze del paese, e’ stato bissato domenica da una mobilitazione dei cattolici vicini alle frange integraliste. Scontri e feriti si sono verificati quando le femministe ucraine di Femen si sono avvicinate e a farne le spese sono stati anche giornalisti e fotografi. Il governo, per ora, non tentenna e tiene duro: “Non rinunciamo al nostro progetto”, ha detto Marisol Touraine, ministra degli Affari sociali. Diverse migliaia, 9.000 secondo la questura ma molti di piu’ secondo gli organizzatori, hanno risposto all’invito dell’istituto Civitas, vicino agli integralisti, che non a caso aveva dato appuntamento ai seguaci davanti al Ministero della Famiglia.
SCONTRI. Quasi subito, le popolari femministe ucraine di Femen, ormai attivissime a Parigi, si sono fatte avanti, ma – a quanto da loro stesso denunciato – una trentina di individui le hanno aggredite e picchiate. Stessa sorte per alcuni fotografi e giornalisti che giravano dei video della scena. Cinque i fermati. ”Il governo non avra’ tolleranza per queste violenze e per qualsiasi conseguenza ne derivasse”, ha affermato Najat Vallaud-Belkacem, portavoce del governo. Fra i manifestanti c’era Bruno Gollnisch, dirigente del Fronte nazionale (estrema destra di Marine Le Pen), che ha definito ”grottesche” le accuse: ”soltanto qualche provocatrice e’ stata respinta. Se la gente viene qui a cercare gli schiaffi – ha detto Gollnisch – e poi li trova, e’ un’altra questione…”.
MANIFESTAZIONE. La manifestazione era stata organizzata in modo capillare, una trentina di pullman erano arrivati dalla provincia, molti gli striscioni con le scritte ”Si’ alla famiglia, no all’omofollia”. Ma su quello principale, in testa al corteo, si leggeva un messaggio chiarissimo: ”Un papa’, una mamma, per tutti i bambini”. Dietro, giovani ma anche sacerdoti in tonaca, pensionati e famiglie con bambini, molte con bandiere francesi, altre croci e simboli della Francia cattolica conservatrice. ”Il nostro obiettivo – ha detto Alain Escada, responsabile di Civitas, organizzazione non nuova a questo tipo di proteste – e’ condurre una vera battaglia per la protezione della famiglia e del bambino. Le nozze fra omosessuali sono il vaso di Pandora che consentira’ ad altri di rivendicare la poligamia o il matrimonio incestuoso”.
PROTESTE. Ieri, in diverse citta’ di Francia oltre 100.000 persone hanno manifestato contro il progetto di matrimonio gay e di apertura all’adozione per le coppie omosessuali seguendo l’appello del collettivo La Manif Pour Tous, un’organizzazione che si definisce ”apolitica e non confessionale” e che proprio per questo ha tenuto a sottolineare tutta la sua distanza dagli integralisti di oggi. I sostenitori del matrimonio aperto anche alle coppie dello stesso sesso scenderanno in piazza il 16 dicembre, aderendo all’appello dell’associazione Inter-Lgbt (lesbiche, gay, bisex e trans).
fonte: leggo.it

Topo morto in piselli e parassiti in sgombri refrigerati francesi… Ritirati dal mercato europeo 66 prodotti

Nella settimana n°38 del 2012 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi sono state 66 (9 quelle inviate dal Ministero della Salute italiano). L’elenco non comprende allerta ma solo respingimenti alle frontiere e/o informative che non implicano un intervento urgente. Nella lista troviamo una partita di pasta di grano cinese con troppo alluminio, migrazione in forchette di plastica cinesi, migrazione di nichel e manganese in set per barbecue cinese, eccesso di cromo in coltelli cinesi, infestazione di parassiti in sgombri refrigerati francesi, troppo mercurio in pesce spada refrigerato dello Sri Lanka, eccesso di alluminio in spaghetti cinesi importati dal Marocco, aflatossine in farina di anacardi importata dal Vietnam, topo morto in piselli provenienti dalla Francia. Questa settimana non ci sono segnalazioni di prodotti italiani esportati in altri Paesi ritirati dal mercato.
Per maggiori informazioni sul rapporto settimanale, recarsi sul sito del Servizio sanitario regionale dell’Emilia-Romagna nella sezione notizie. Per seguire con maggiore attenzione il sistema di allerta e il ritiro dei prodotti sia a livello europeo che internazionale, collegarsi al sito di Phyllis Entis, eFoodAlert.wordpress.com che propone un monitoraggio continuo e aggiornato «Recall Roundup».
fonte: ilfattoalimentare.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: