Archivi tag: beppe grillo

Come si fa a non fidarsi di Beppe?

17342999_1483052251708044_2876466827536373519_nDi Elena Fattori Senato M5S

Benvenuto MoVimento 2.0 . Come si fa a non fidarsi di Beppe? Per un pentastellato la frase “non mi fido di Beppe”é semplicemente un ossimoro. È riuscito nella impresa inimmaginabile di scardinare una classe politica, quella italiana, ingrovigliata da un secolo con tutte le sfumature di ogni tipo di potere occulto e di associazioni mafiose. E, cosa non di poco conto, non si è arricchito. Ha rifiutato 42 milioni di euro di rimborsi elettorali ed è riuscito a ridurre i suoi redditi in un Paese dove in Parlamento si imbroglia per avere qualche centinaio di euro di diaria.

Ovvio che il suo unico intento sia quello di progeggere il MoVimento, la creazione preziosa della sua genialità e creatività che probabilmente governerà il Paese al prossimo difficilissimo giro in cui si decideranno le sorti dell’Europa. “Proteggere il MoVimento” é un po’ una sindrome di tutti noi pentastellati della prima ora che fa di noi persone a volte un po’paranoiche.

E c’è di che essere paranoici, perché mano a mano che si sale nei sondaggi il MoVimento è diventato come una carta moschicida che attira sciami di opportunisti, infiltrati, portatori di interessi ; tutti organizzatissimi e molto più esperti di noi pionieri in fatto di scalate e cordate. Non conosco la situazione di Genova quindi la mia meditazione é generale , non sul caso di specie.

Ma é la citta di Beppe e immagino che invece lui la situazione la conosca benissimo e immagino anche che sia simile alla situazione che si osserva in ogni territorio, ovvero un assalto alla diligenza, dove, con la scusa dell’ “uno vale uno” orde di falsi masanielli a difesa della democrazia diretta si dedicano con tenacia alla critica feroce dell’esistente semplicemente con l’ambizione poco nobile di sostituirlo per conquistare poltrone e potere per sè e le proprie consorterie.

Uno vale uno solo se si condivide un sogno sennò uno vale meno di niente. Tutto ciò premesso, va da sè che quello che è successo a Genova non dovrà succedere più, se ci sono serie perplessità sarà importante bloccarle molto prima. Al prossimo giro si potrebbe dover decidere del bilancio di qualche regione o dello Stato, delle grandi aziende di Stato e dell’esercito, delle politiche internazionali …….non basteranno nè amore e dedizione per la causa, né poche fidate persone. Ci vorrá un metodo solido e tanta attenzione e capacità di indagine e analisi. Buon lavoro Beppe, ci fidiamo tutti per definizione, la sfida è difficile ma ne va del destino del Paese, siamo tutti con te, in alto i cuori.

M5s, Di Battista vs Formigli e Latella: “Andate a parlare coi deputati renziani se vi riferite alle marionette”

snapshot50

Vivace polemica a Piazzapulita (La7) tra il deputato M5S, Alessandro Di Battista, e il conduttore della trasmissione, Corrado Formigli. Il tema del dibattito, a cui partecipa anche la giornalista di Sky Tg24, Maria Latella, è il ruolo di Beppe Grillo nel movimento. “Il leader del M5S è un programma, è… Continua »

Beppe Grillo al Fatto: “A Roma abbiamo una squadra meravigliosa”

snapshot28Dopo la mattinata trascorsa all’Hotel Forum con alcuni parlamentari 5 Stelle e, nel pomeriggio, le riunioni in Campidoglio, Beppe Grillo fa ritorno all’albergo dove soggiorna quando è nella Capitale. Legge elettorale ed elezioni, l’amministrazione di Roma, Virginia Raggi e le polemiche per il suo sostegno ai tassisti: il leader M5S… Continua »

Roma, Grillo: “Raggi? Deve ascoltare… con delle orecchie così può farcela”

snapshot22Così il leader M5S Beppe Grillo uscendo dall’hotel Forum a Roma. “Siamo diversi e abbiamo contro un governo ed una regione per questo diciamo ai romani che non possono restare a guardare ma devono diventare sindaci dei loro dieci metri quadri. Le persone hanno bisogno di essere ascoltate, noi abbiamo una sindaca con delle orecchie così…potrà e dovrà ascoltare”, ha concluso…. Continua »

“BUFALINI” A 5S O BUFALONE DI GOVERNO? (Luisella Costamagna)

LUISELLA COSTAMAGNAGrillo lancia il sondaggio sul Bufalino d’oro, “la peggior bufala dei media degli ultimi tempi”, e apriti cielo. Certo, preoccupa sempre quando la politica attacca l’informazione, soprattutto in un Paese che nella classifica mondiale sulla libertà di stampa è già agli ultimi posti. Ma cos’è diventata la nostra informazione? POSSIAMO… Continua »

La banda degli onesti (M.Travaglio)

ilfatto_2017-01-04Siccome lo scriviamo da sempre, non possiamo che felicitarci per la decisione dei 5Stelle di darsi un Codice etico. Meglio tardi che mai: un movimento che si candida a governare deve fissare chiaramente le cose da fare nei vari passaggi che attraversa un eletto o un iscritto (due figure da… Continua »

Ma mi faccia il piacere (M.Travaglio)

toto-piacere1Non è mai troppo tardi. “Col No ho perso anch’io, mi dedicherò agli studi” (Giorgio Napolitano, Il Messaggero, 22.12). Si attendono con ansia i primi risultati dopo il primo trimestre.

Post-verità e pre-balle/1. “I profughi con diritto di asilo devono essere accolti in Europa e distribuiti uniformemente in tutti i paesi membri. Chi è privo di diritto d’asilo in questo momento storico deve essere espulso” (Alessandro Di Battista, deputato M5S, Die Welt, 6.12). “Di Battista vuole deportazioni per prendere più voti… Incoraggiate, le tossine viaggiano e si moltiplicano nel web. E il Paese beve in silenzio razzismo a buon mercato” (la Repubblica, 9.12). “Chi ha diritto all’asilo resta in Italia e tutti gli irregolari devono essere rimpatriati subito” (Beppe Grillo, 23.12). “Grillo come Le Pen”, “Il pentastellato parla da Le Pen” (la Repubblica, 24.12). “Svolta sulle espulsioni: ‘Vanno raddoppiate’. Minniti e Gabrielli: immigrati irregolari, più controlli e nuovi Cie. Il piano: controlli straordinari e un centro in ogni regione per identificare e allontanare chi non ha diritto a rimanere. La svolta nella circolare firmata ieri dal ministro Minniti e dal capo della polizia Gabrielli” (la Repubblica, 31.12). Quando lo dicono i 5Stelle è fascismo. Quando lo dice il governo è “la svolta”….Continua >>

LE POST-CAZZATE DEI NUOVI INQUISITORI

15781629_10154di Beppe Grillo

Il presidente dell’antitrust Pitruzzella ha rilasciato un’intervista al Financial Times, a metà strada tra il delirio d’onnipotenza e l’ignoranza completa di come funzioni il web, dicendo che “la post-verità in politica è uno dei catalizzatori del populismo e una minaccia alle nostre democrazie”. E cosa è la… Continua »

Letizia Casta (M.Travaglio)

44
Il Pd dice no alla riduzione dell’indennità parlamentare

COME PREVISTO – Per il voto arriva a Montecitorio pure Beppe Grillo, ma la maggioranza affossa la legge 5 Stelle: “Sono senza vergogna”

Ieri il Pd aveva un’ottima occasione per mettere in difficoltà i 5Stelle, votando alla Camera la loro proposta di dimezzare lo stipendio a tutti i parlamentari (i più pagati del mondo) e poi sfidandoli a votare Sì alla “riforma” costituzionale che tagliuzza il numero e il costo dei senatori. Invece ha regalato al M5S un successo politico insperato, rifugiandosi nella melina del ritorno della legge in commissione per rinviarla alle calende greche: uno di quei trucchetti dilatorii che si dice di voler abolire con la fantasmagorica “semplificazione” del ddl Boschi-Verdini. L’autogol fa il paio con quello messo a segno al Senato, dove il Pd ha salvato per l’ennesima volta l’ex sindaco...Continua >>

L’articolo 70 della Costituzione e l’asino di Buridano #IoDicoNo

NON POSSIAMO FIDARCI DI QUESTA GENTE: FATE VEDERE QUESTO VIDEO A TUTTI GLI INDECISI!

L’attuale articolo 70 della Costituzione recita: “La funzione legislativa è esercitata collettivamente dalle due Camere”.
E’ un articolo semplice e chiaro di nove parole. Volete sapere come cambierà se passerà la Schiforma di Renzi, Boschi e Verdini? Guardate questo video realizzato dai nostri fantastici ragazzi di Alto Garda e Ledro 5 Stelle. Se ci capite qualcosa scrivetelo nei commenti. ALTRIMENTI DIFFONDETE!

Secondo gli ultimi sondaggi metà degli italiani non voteranno o non sanno ancora se votare al Referendum del 4 dicembre. Tra quelli che andranno il 25% non sa ancora come votare. Il primo vincitore della consultazione è la confusione, e quindi l’astensione che in questo caso non invalida il referendum perchè per quelli di rango costituzionale non è previsto il quorum. Non è accidentale: l’astensione è voluta. La riforma è un pastrocchio incomprensibile e l’informazione che viene fatta sul tema è parziale e ricamata su misura dei falsi slogan del governo. Perchè uno dovrebbe perdere tempo a studiare le boiate di Verdini e Boschi quando non arriva a fine mese? La repulsione è comprensibile. Ma non votare non lo è. Il cittadino indeciso rischia di fare la fine dell’asino di Buridano che non sapendo scegliere tra due balle di fieno identico quale mangiare decide di stare fermo e morire di fame. Deve agire di pancia. Voi vi fidate di questa gente che vi chiede di confermare la loro riforma? Vi fidate di quelli che stanno sfasciando l’Italia? Vi fidate di Renzi, di Verdini, della Boschi?
Indecisi: lasciatevi guidare dalla pancia, dall’istinto e votate!
Io non mi fido e #IoDicoNo. Non c’è altra interpretazione possibile e la loro malafede è evidente. Nel Blog riporteremo tutti gli esempi più eclatanti della loro infidia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: