Archivi tag: bari

Bari, controlli nella casa del boss: un milione di euro in contanti nascosti in una parete

snapshot335Le banconote erano state confezionate in buste di plastiche. All’uomo erano stati sequestrati 60mila euro nel maggio scorso: la somma di denaro sarebbe riconducibile al traffico di droga… Continua »

Annunci

Bari, sequestrate 19 tonnellate di cibo scaduto. “Sostituivano etichette per vendere merce”

snapshot81La scoperta della Guardia di Finanza pugliese in un capannone di Capurso (BA). Chili e chili di salumi, formaggi, frutta secca e derivati farinacei, nonché di prodotti ittici sotto sale, provento di un furto a danno di una nota catena di distribuzione. Prodotti alimentari scaduti o in stato di decomposizione,… Continua »

Bari, trovato cadavere di un 75enne: era morto in casa da 2 anni tra insetti e topi

news-img1-83569-cadavere-in-casa-dimenticato-300x225La vittima, di origini venezuelana, non aveva… Continua »

Impiegata delle Poste ruba soldi ad anziana col bancomat

snapshot445Riceve dalla cliente 73enne il bancomat e preleva 485 euro sotto il banco della sua postazione, gettando nel cestino la ricevuta della transazione e infilando il denaro nella propria borsa, nell’armadio alle spalle. quindi reinserisce la scheda nel Pos per effettuare l’operazione effettivamente richiesta dall’anziana: tutto sotto gli occhi della… Continua »

LE IENE: Italia, Bari: bambini in vendita… scomparsi

snapshot177Dopo il servizio di Nadia Toffa sui bambini che si prostituivano a Bari e il conseguente affidamento presso le case famiglia, la nostra Iena è tornata in Puglia perché adesso sono scomparsi.,… Continua »

Puglia, scontro tra treni: almeno 10 morti Foto|Video

snapshot486Vagoni sbriciolati, bimbo estratto vivo dalle lamiere Uno scontro tra due treni si è verificato poco fa nel tratto delle Ferrovie del nord barese tra Corato e Andria. A quanto apprende l’Adnkronos ci sarebbero 10 vittime e decine di feriti. Sul posto, dove sono arrivate decine di ambulanze, sono al… Continua »

Progettavano attentati in Italia, tre i fermi. Trovate foto con obiettivi-Video

snapshot30
Erano pronti a compiere attentati terroristici in Italia e in Europa e avevano ritratto in foto alcuni obiettivi le 3 persone fermate oggi. Ne sono convinti i carabinieri dei Ros, del Nucleo investigativo del Comando provinciale e i magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Bari. Due fermi – uno per… Continua »

“La #Rai occupata e i giornali servi: #Renzi peggio di B.”

Luciano Canfora, classe 1942, è professore emerito a Bari

Luciano Canfora, classe 1942, è professore emerito a Bari

Silvia Truzzi – il Fatto Quotidiano 27-8-2015

Fino a che punto le ambizioni assolutistiche di chi governa collimano con uno Stato di diritto?”. Se lo domanda Luciano Canfora in una lectio magistralis che inaugurerà il 4 settembre il Festival della mente di Sarzana. “Quella di Augusto”, spiega il professore, “è la tipica parabola del potere scaturito da una rivoluzione e approdato a una forma originale di restaurazione”. Vi ricorda qualcosa di molto attuale? Anche a noi, ed ecco perché. CONTINUA A LEGGERE

In enoteca o al bar anziché al lavoro: operai licenziati

Succede a bari: chiusa l’indagine partita nel 2011 dalle denunce di alcuni cittadini sulla pagina Facebook del sindaco. L’Amiu ha chiesto danni per 100mila euro

BARI – In enoteca o al bar invece di lavorare. Ad incastrare i “netturbini fannulloni” di Bari, le verifiche compiute dalla polizia municipale che per mesi, dopo una serie di segnalazioni fatte dai cittadini sulla pagina Facebook del sindaco Emiliano, hanno pedinato e fotografato i sei dipendenti assenteisti, documentandone le ‘cattive abitudini’. Le fotografie sono poi finite nelle mani della Procura di Bari, che ha aperto un fascicolo d’indagine a carico dei sei lavoratori, accusati di truffa e di interruzione di pubblico servizio. LICENZIATI – L’udienza davanti al giudice si è tenuta oggi, ma già ieri per i dipendenti sotto accusa sono arrivati i primi provvedimenti. L’Amiu, infatti, ha deciso di licenziare tre di loro, che da ulteriori verifiche interne compiute dall’azienda si sarebbero resi responsabili di altre irregolarità. Per altri due invece è stata decisa la sospensione di quattro giorni, in quanto si sarebbe trattato di un caso isolato. Il terzo è in malattia e l’azienda sta aspettando il suo rientro per avviare la procedura disciplinare a suo carico.
Nel processo a carico dei sei dipendenti – il primo nella storia dell’Amiu – l’azienda ha inoltre deciso di chiedere i danni, avanzando una richiesta di risarcimento pari a 100mila euro.

Soldi e benzina per evitare i controlli: arrestati carabinieri e poliziotti

Sette in tutto le persone arrestate dalla Guardia di Finanza su disposizione della Procura di Trani, tra cui anche un imprenditore. Altri 13 gli indagati

BARI – Avrebbero preteso in modo sistematico soldi, rifornimenti di carburante per auto private e buoni benzina in cambio di un ‘trattamento di favore’ durante i controlli stradali. Con questa accusa, la Guardia di Finanza, su disposizione della Procura di Trani, ha arrestato oggi all’alba quattro agenti della polizia stradale e due carabinieri, in servizio in provincia di Bari, e un imprenditore di Trani.
LE ACCUSE – Gli arrestati sono accusati di corruzione e concussione. In particolare, le ‘mazzette’ sarebbero state versate dall’imprenditore, titolare di una ditta specializzata nel trasporto di materiale inerte, per evitare di ricevere sanzioni. In tutto le persone indagate sono 13: tra queste, personale della Polizia Stradale di Gioia del Colle, di Bari e Barletta e militari dell’arma dei carabinieri in servizio a Trani e a Molfetta.
LE INDAGINI – A far partire le indagini, coordinate dal sostituto procuratore di Trani Michele Ruggiero e avviate circa due anni fa (maggio-dicembre 2010), è stata un’intercettazione a carico dell’imprenditore: gli investigatori scoprirono l’episodio di concussione che ha dato il via all’indagine sul personale delle forze di polizia. Agenti del distaccamento di Polizia Stradale di Gioia del Colle (Bari) pretesero 500 euro dall’imprenditore per non riscontrare contravvenzioni avendo scoperto il sovraccarico di un suo automezzo privo anche di documenti di trasporto. Ulteriori indagini del Nucleo di Polizia Tributaria di Bari e, in parte, la collaborazione dell’imprenditore tranese, hanno portato agli arresti odierni accertando un più ampio fenomeno di concussione.
(today.it)

Bari, donna seminuda balla sulle auto in sosta-foto

È stata portata via dal 118. Traffico in tilt. Nella mattinata del 3 novembre, a Bari. Poco dopo mezzogiorno, nel quartiere Libertà, a ridosso del centro cittadino, una donna seminuda ha cominciato a ballare sui tetti delle auto in sosta.
HA BALLATO PER UN’ORA. Un ballo che, a dire di alcuni testimoni, è durato per circa un’ora finché la donna, a seno nudo e in perizoma, danzando, ha provocato danni alle auto. Solo a questo punto qualcuno ha chiamato i carabinieri e il 118. Militari e soccorritori sono riusciti a immobilizzarla e a trasferirla al pronto soccorso del policlinico.

Sequestrate 2700 confezioni di taralli: erano fatti con mangimi per animali

Blitz degli Uomini del Corpo forestale a Corato. Parte del mangime utilizzato per produrre i taralli era anche infestato da parassiti. Denunciato il titolare della ditta

Mangime per animali per produrre i taralli. E’ la scoperta fatta dagli uomini del Corpo Forestale dello Stato in uno noto stabilimento di Corato, in provincia di Bari.
Secondo quanto accertato nel corso di un controllo, la crusca ad uso zootecnico (vero e proprio mangime per animali) e non ad uso alimentare, veniva regolarmente utilizzata come ingrediente per i prodotti da forno. Parte di essa, inoltre, era anche infestata da parassiti.
La scoperta ha fatto scattare il sequestro di circa 2.700 confezioni di taralli già pronte per essere immesse sul mercato, in attesa delle analisi dell’ARPA, che verificheranno eventuali altre tossicità presenti nel prodotto. Il titolare della ditta è stato denunciato all’autorità giudiziaria.

fonte
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: