Archivi tag: auto

Accende una sigaretta in macchina, l’abitacolo esplode a causa di una perdita di metano

auto-300x225La fuoriuscita di gas dalla bombola di metano, che era stata revisionata – con esito positivo – appena un giorno prima…Continua>>

Annunci

La roulotte si stacca dall’auto e parcheggia da sola

snapshot198È successo su una collina nei pressi di Marsiglia VIDEO >>

Usa, auto sulla folla alla manifestazione delle destre razziste. “Dichiarato lo stato d’emergenza”

snapshot167Ancora scontri e violenze a Charlotteville, nello stato della Virginia. Il governatore, Terry McAuliffe, ha proclamato lo stato d’emergenza nella città. Un’auto è finita sulla folla dopo che la polizia  ha disperso i manifestanti di estrema destra riuniti presso l’Emancipation park per protestare e sostenere la supremazia bianca uniti sotto lo slogan:… Continua »

“L’sms può aspettare”, la divertente campagna contro l’uso del cellulare mentre si cammina. Ma il finale toglie il fiato

snapshot30“It can wait“, ovvero “può aspettare”, è il titolo della campagna contro l’uso del cellulare mentre si cammina e mentre si è al volante della propria auto, promossa dal governo della provincia del Capo Occidentale (Sudafrica). Il filmato inizia con una serie di incidenti divertenti dove alcuni pedoni finiscono nelle… Continua »

Las Vegas, identifica il ladro d’auto e gli spara

snapshot277Un sospetto ladro d’auto è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco da un agente del dipartimento di polizia di Las Vegas. La vittima, il 27enne Caleb Edward Blailock, avrebbe tentato di assaltare il poliziotto con un coltello. La polizia ha rilasciato il video della body cam dell’agente, ma dalle immagini la dinamica non è del tutto chiara…VIDEO >>

Mostra auto Ford Mustang (Lago di Garda)

snapshot435

Video >>

La donna eroina salva il bimbo dall’auto impazzita – VIDEO

96522506177Le immagini che vi proponiamo qui sotto sono davvero da brividi. Il video è stato catturato dalle telecamere di sicurezza del ristorante Junco’s di Bridgeport, in Connecticut. Tutto accade molto velocemente. Un’auto impazzita sta per colpire un ragazzino a tutta velocità. Una donna, Shanta Jordan, si rende conto di ciò… Continua »

Terrore a Indianapolis: auto volano in aria in mille pezzi

snapshot400Terrificante incidente in pista, al 53esimo giro della 500 miglia di Indianapolis : la monoposto di Jay Howard urta il muro e taglia la strada all’auto di Scott Dixon, che è decolla sfracellandosi contro il guard rail; …. Continua »

LA MAFIA DI AVOLA MINACCIA IL MOVIMENTO 5 STELLE: INCENDIATA AUTO CANDIDATO M5S

snapshot397La scorsa notte, alle 4 del mattino, il nostro candidato alle elezioni del consiglio comunale di Avola, Rosario Zaffarana, ha subito un vile atto di intimidazione mafiosa. Come si evince dal video, un delinquente col capo coperto, si è avvicinato alla Fiat Croma di Zaffarana, posteggiata sotto l’abitazione del nostro… Continua »

Pneumatico si stacca dall’auto e finisce dritto in farmacia

snapshot245Un pneumatico si stacca da un’auto in corsa e finisce dritto in una farmacia colpendo due persone. È successo ad Adana, in Turchia. La scena è stata ripresa da una telecamera di… Continua »

Furti con ‘cavallo di ritorno’: ecco come rubano le auto -Video

snapshot29Le telecamere nascoste riprendono i ladri in azione, a cui bastavano una manciata di secondi per forzare un’autovettura, metterla in moto e fuggire: sgominata dai carabinieri di Catanzaro, nell’operazione denominata “Safety car”, una mega banda di 44 criminali – quasi tutti di etnia rom – espertissimi nel rubare in un… Continua »

Caserta: rapina brutale, donna trascinata per metri da auto

snapshot40Buttata sulla strada e poi trascinata via dalla sua stessa auto, a bordo della quale era salito il bandito: l’uomo, col volto travisato da passamontagna, l’ha trascina fuori dall’abitacolo per i capelli dopo averla tamponata; scaraventata a terra la donna ha provato ad aggrapparsi alla sua vettura, ma il rapinatore… Continua »

Mistero sull’auto «indemoniata»: parcheggiata accesa da giorni

snapshot177Regolarmente posteggiata, non si può rimuovere. E il proprietario non si trova

L’hanno chiamata l’auto «indemoniata». Non solo perché è parcheggiata da venerdì con il motore acceso e le portiere chiuse. Ma perché, nonostante le chiamate a ripetizione dei residenti, nessuno in 3 giorni è riuscito a farsene carico. La… Continua »

VIDEO/Firenze, voragine di 200 metri sul Lungarno in pieno centro: inghiottite auto in sosta

snapshot120
Una voragine, lunga circa 200 metri per 7 metri di larghezza, si è aperta sul lungarno Torrigiani, tra ponte Vecchio e ponte Le Grazie, nel centro di Firenze. I vigili del fuoco sono sul posto. Sono state coinvolte una ventina di auto in sosta, ma al momento non risulterebbero persone… Continua »

La rissa da strada più folle di sempre: loro sono armati, ma lui gli demolisce ugualmente l’auto

snapshot93
Russia, l’incredibile video di un ragazzo che incurante della pistola aggredisce tre persone VIDEO >>

Il governo aumenta la tassa per le targhe (Franco Bechis)

snapshot499
Più tasse sulle targhe di macchine e moto
Il ministro decide aumenti fino a 2 euro rispetto al 2015 Inaspriti i costi delle pratiche, sia per l’acquisto dei veicoli che per i duplicati. Penalizzate le province autonome

Franco Bechis – Libero 5.01.2016  – Zitto, zitto, arriva pure il caro-targa auto e… Continua »

Sabotata l’auto del consigliere M5s Davide Barillari

davide-barillari-candidato-del-m5sQUANDO È SCESO per prendere la sua auto si è accorto che i bulloni della ruota sinistra erano svitati. Da qui la denuncia ai carabinieri per un presunto sabotaggio. Vittima Davide Barillari consigliere regionale M5S del Lazio. Il fatto si è verificato a Ostia dove il politico vive con moglie e figli. “Non è la prima volta – ha detto Barillari -, sicuramente Ostia non è un posto facile e ho fatto diverse iniziative su appalti, concessioni delle spiagge, sul porto, sulle slot machine. Soprattutto sui contratti e le gare delle camere mortuarie, dove abbiamo fatto un accesso agli atti. E c’erano già stati dei segnali minacciosi in passato”.

Insomma c’è forte odore di mafia in una zona dove il controllo dei clan è certificato da inchieste e sentenze. Tanto che proprio ieri è iniziato il processo d’appello per 18 persone, tra cui i componenti della famiglia Fasciani, accusate di aver dominato in modo capillare le attività illecite a Ostia avvalendosi della forza intimidatrice di tipo mafioso. Intanto per domani è annunciato l’arrivo, proprio a Ostia, della Commissione parlamentare antimafia. Qui, solamente il 27 agosto scorso, il Comune è stato sciolto per infiltrazioni mafiose.

Auto fantasma, stangata in arrivo

225223228-809460b7-ea65-4af2-9610-af35f3dec4c8Dal prossimo 15 febbraio entra in vigore un rigido sistema di controllo per le auto senza assicurazione

Svolta per la sicurezza stradale: sta per essere inferto un colpo durissimo alle cosiddette auto fantasma: i 3,8 milioni di veicoli che in Italia circolano impuniti senza assicurazione hanno le ore contate. Dal prossimo 15 febbraio entrerà infatti in vigore un micidiale sistema di controllo che non lascerà scampo. Come? Usando le migliaia di telecamere presenti sulle nostre strade (da quelle del Tutor a quelle della ZTL, passando per quelle del Telepass o dei “sorpassometri”) che invieranno i dati alla polizia. Sembra facile ma non lo è: il progetto va avanti da secoli ma per renderlo finalmente realizzabile è stato necessario modificare diverse leggi, creare un archivio di auto non assicurate e gestire in tempo reale questa mole di dati per arrivare a contestazioni immediate.

Domani verrà infatti presentato un emendamento al decreto “Destinazione Italia” – da parte del relatore Yoram Gutgeld del Pd – che contiene tutte le modifiche legislative e che una volta approvato (venerdì o più probabilmente i primi giorni della prossima settimana) manderà in porto la grande rivoluzione della nostra mobilità. E già perché nel frattempo si è lavorato sulle omologazioni dei sistemi di rilevazione automatica (diversa per questi tipi di controllo) e sulla messa a punto del data base delle auto non assicurate. E’ stato infatti creato un “web service” (una piattaforma della Motorizzazione Civile) per fornire in tempo reale i dati di quali auto non sono coperte da

assicurazione. Le polizie lo possono interrogare in qualsiasi momento e mettere in piedi controlli impensabili fino a qualche tempo fa.

“Cambia – come ci ha spiegato Erasmo D’Angelis Sottosegretario Infrastrutture e Trasporti con delega alla sicurezza stradale e alla Riforma del Codice della Strada – però il sistema degli accertamenti. L’archivio informatico della motorizzazione con la digitalizzazione dei processi, da metà febbraio, sarà in grado di fornire in tempo reale al ministero dell’interno e alle forze dell’ordine tutti i dati delle auto senza copertura assicurativa e daremo ovviamente comunicazione ai cittadini interessati e, senza accanimento vessatorio, spiegheremo che entro 15 giorni devono rimediare”.

Le sanzioni per chi circola senza assicurazione possono infatti essere pesanti: si va da 841 a 3.366 euro e c’è poi il sequestro del veicolo (che sarà restituito entro 60 giorni se il proprietario paga la sanzione, le spese di custodia e trasporto e un premio di assicurazione di almeno sei mesi). Tuttavia – va detto – ci sono due ipotesi in cui la sanzione scende a un quarto della somma minima: se la copertura assicurazione è riattivata entro 30 giorni dalla scadenza. Oppure se l’interessato entro 30 giorni dalla scadenza della contestazione decide di rottamare il veicolo. Non solo: chi circola con una vettura senza assicurazione, approfittando dello sconto del 30% sulla multa se paga entro cinque giorni poi può avere un’ulteriore riduzione fino a 147 euro. Ben poca cosa alla fine…

In ogni caso – almeno – ora c’è un raffinato sistema di controllo e nell’attesa che il famoso D.M. del 9 agosto 2013 in vigore dal 18 ottobre scorso, quello che introduce il famoso tagliando elettronico di assicurazione, diventi operativo, ora c’è un raffinato sistema di controllo. Sistema che al cittadino non costerà nulla e che non lascerà scampo considerando che in Italia circa cinque milioni di viaggiatori transitano quotidianamente sulla rete autostradale, che 40 città hanno le ZTL, che il Tutor sorveglia oltre 3000 km e che abbiamo oltre 600 piste di Telepass.

Caleranno per questo le tariffe RcAuto? Vedremo. Di sicuro dal 15 febbraio ci saranno meno automobilisti che non riescono ad essere risarciti dopo un incidente con un’auto priva di assicurazione. Un bel passo avanti.

“Le auto che viaggiano senza assicurazione – spiega Erasmo D’Angelis Sottosegretario Infrastrutture e Trasporti con delega alla sicurezza stradale e alla Riforma del Codice della Strada – stanno avendo un forte impatto negativo anche su una quota dei contenziosi post incidenti stradali con lesioni, che in Italia nel 2012 sono stati 186.726 con 264.716 feriti e 3653 morti. A farne le spese sono migliaia di vittime che non riescono ad essere risarcite. Le cause dell’evasione sono diverse e su tutte la crisi, l’eccessiva tassazione che oggi pesa di più. Cambia però il sistema degli accertamenti. L’archivio informatico della motorizzazione con la digitalizzazione dei processi, da metà febbraio, sarà in grado di fornire in tempo reale al ministero dell’interno e alle forze dell’ordine tutti i dati delle auto senza copertura assicurativa e daremo ovviamente comunicazione ai cittadini interessati e, senza accanimento vessatorio, spiegheremo che entro 15 giorni devono rimediare. Aumentiamo quindi la capacità di contrasto alle frodi assicurative perchè penalizzano tanti cittadini onesti”.

“E’ il tassello di un lavoro di snellimento – continua D’Angelis – trasparenza e digitalizzazione delle procedure che porterà maggiore velocità ed efficacia nei controlli. Stiamo accelerando, senza costi aggiuntivi, verso un servizio migliore come dimostra anche il successo della nuova patente digitale”.

Le auto dell’Est prima della caduta del Muro-video

Parliamo di Lada, Trabant, Dacia e Skoda: quattro marchi storici che motorizzarono il popolo del blocco comunista prima della caduta del muro, riscuotendo un discreto successo nell’Est europeo.
Cominciamo dalla Lada, il cui nome deriva da una dea lituana della mitologia. Costruita in Russia nel 1966, è anche conosciuta come Vaz, ovvero Fabbrica Automobili del Volga. La tecnologia della Lada era di importazione Fiat, in quanto la stessa strinse rapporti collaborativi con la casa torinese. Nel 1970 la Lada esordì con la versione sovietica della 124, la mitica Zhiguli. Un’altra auto di successo fu la Niva, tuttora in produzione, che venne definita la Range Rover d’oriente. Nel 1984 venne realizzata la Samara, che per prima conobbe il montaggio robotizzato e la trazione anteriore.
La Trabant, fabbrica dell’ex Germania dell’Est, nel 1957 lanciò la P50, una vettura davvero molto semplice. All’epoca l’acciaio era scarso e la P50 veniva realizzata in duroplast, materiale plastico ottenuto dalla lavorazione delle fibre di cotone ; per questo motivo era tristemente soprannominata “cartone che corre” o “bomba di plastica”. Nonostante tutto, le vendite della P50 furono copiose: forte è il ricordo del 9 novembre 1989, quando una fila interminabile di Trabant attraversava quel Muro di Berlino appena crollato. Oggi la P50 viene ancora usata in Finlandia perché adatta alle strade prive di asfalto e alle temperature rigide.
La Dacia, fabbrica rumena di automobili, realizzò il primo modello nel 1968, con la 1100. Nel 1969 furono poi costruite le 1210,1310,1410 sulla falsariga della Renault 12. Successivamente, la Dacia realizzò versioni sportive, la furgonata Jumbo e la Lastun, utilitaria che ebbe un successo modesto. La Renault ha acquisito il marchio rumeno nel 1999 e l’ha reso appetibile per il mercato occidentale con modelli low-cost, ma dal design attraente, come Sandero e Duster. Una scelta indubbiamente premiata dalle vendite e dalla crescente popolarità delle vetture.
La Skoda, casa dell’ex Cecoslovacchia, iniziò la sua attività nel lontano 1925, con la costruzione della 422, della Favorit, della Popular e della Superb. Nel dopoguerra, dopo la nazionalizzazione, Skoda realizzò la Tudor e la Spartak, poi diventata Skoda Octavia. Negli anni ottanta, le Skoda 105, 120 e 130 riscossero un discreto successo anche in Italia grazie ai costi contenuti. Ma il salto di qualità avvenne nel 1987 per merito di Volkswagen e della nuova Favorit, la prima Skoda a trazione anteriore.
fonte: wallstreetitalia.com

SGARBI, INCIDENTE E PAURA NELLA NOTTE: AUTO FUORI STRADA, L’AUTISTA IN COMA

-Grave incidente questa notte, nei pressi di Frosinone, per l’auto su cui viaggiava il critico d’arte Vittorio Sgarbi. La vettura, alla cui guida c’era Antonio La Grassa, nel tentativo di schivare uno pneumatico probabilmente caduto da un camion, è uscita fuori strada finendo la sua corsa contro un muretto.
Sgarbi, ricoverato all’ospedale di Frosinone, ha riportato più fratture ad un braccio e nei prossimi giorni dovrà effettuare un intervento chirurgico al gomito.
Destano preoccupazione le condizioni dell’autista, in coma farmacologico: ha subito un forte trauma toracico e nella notte è stato trasferito all’Umberto I di Roma. A chiamare i soccorsi i conducenti di un’auto che è transitata pochi minuti dopo il grave incidente.
Sgarbi circa un’ora fa, dopo l’ingessatura del braccio, ha voluto lasciare l’ospedale di Frosinone per raggiungere la sua abitazione a Roma e seguire da vicino le condizioni di salute del suo giovane collaboratore.
fonte:leggo.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: