Renzi in fuga nella sua Toscana

Il Fatto Quotidiano 23 Febbraio 2018CONTESTAZIONI Dopo anni torna tra Siena e Arezzo, ma evita le piazze
Statali, conguaglio di febbraio: il governo chiede indietro gli 80 euro

Matteo Renzi preferisce evitare la città di Mps e sceglie per motivi di sicurezza un luogo chiuso per la visita nell’altro capoluogo. “Sorpresa” per i dipendenti pubblici, con il nuovo contratto sparisce il bonus “bandiera” di Matteo CERASA E VECCHI A PAG. 4 E 9

Tutti i disastri di Berlusconi: se lo conosci (e ricordi) lo eviti. Sanità, tasse, migranti, lavoro Il decennio nero dell’Italia
In tanti sembrano essersi dimenticati chi sia il leader di Forza Italia, pronto a riportare il suo partito alla guida del Paese. Per avere un dato “tecnico”, dal 2001 al 2011 il Pil reale pro capite scese del 3,1% TRAVAGLIO A PAG. 2 – 3

Il solito Juncker al quarto whisky minaccia l’Italia: “Il Paese rischia governo non operativo”. E fa subito frenare la Borsa di Milano. Sempre viva l’Europa!

Il caso Waterclosed » MARCO TRAVAGLIO
Ieri un noto malvissuto di nome Giuliano Ferrara, già spia prezzolata della Cia e giullare di tutte le corti più malfamate della storia repubblicana, da Craxi a Squillante, da Berlusconi-Previti-Dell’Utri-Verdini fino al Giglio Magico, sull’house organ del suo condominio denominato Il Foglio e mantenuto per anni e anni a suon di milioni da noi contribuenti, ha tentato di infangare il nostro giornale per due evidenti motivi: non avendo mai avuto lettori, non si capacita del fatto che altri ne abbiano; non avendo mai avuto un’etica, non si dà pace del fatto che altri ne abbiano una. Il pretesto della sua ultima secrezione di liquami è l’inchiesta della Procura di Roma sulla fuga di notizie di Consip: non quella devastante dell’estate 2016, quando quattro fedelissimi di Renzi (Lotti, Vannoni, Del Sette e Saltalamacchia) sono accusati di aver avvertito gli indagati sulle indagini e sulle intercettazioni, inducendoli a rimuovere cimici, a smettere di parlare al telefono e a sospendere le trattative tangentizie e a salvarsi da guai peggiori. Ma quella innocua del 21-22 dicembre 2016: lo scoop di Marco Lillo sulla perquisizione del Noe alla Consip e la testimonianza dell’ad Luigi Marroni che svelava le quattro talpe istituzionali….Continua>> ARTICOLO INTERO SU IL FATTO QUOTIDIANO IN EDICOLA OGGI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.