Pd E Stampa Chiedano Dimissioni Campana Prima Di Muraro

MICAELA-CAMPANA-facebook-650x401L’imbeccata – di Franco Bechis

Ma sì, c’è anche una telefonata di Paola Muraro, ora assessore all’Ambiente di Virginia Raggi, che chiede a Salvatore Buzzi un numero di pratica che non si legge bene su indicazione dell’allora dg Ama di cui lei era consulente. E allora? Mezzo Pd e la grande stampa che ha la schiena diritta sarà già a caccia di qualche altra telefonata compromettente, tipo la Muraro che chiede alla cognata di Salvatore Riina la ricetta per le sarde a beccafico. Tutti pronti a chiederne le dimissioni, ovviamente.muraro paola e raggiFaccio il giornalista da 30 anni e so come nascono queste operazioni politico-mediatiche. Dopo avere fatto ogni disastro a Roma, nel mirino ci sono la vittoria del M5s e la giunta Raggi che hanno un peccato originale evidente: non sono amici degli amici, sono difficilmente avvicinabili da quei poteri che comandano a Roma e dintorni e che sempre hanno trovato un accordo con la sinistra (più congeniale) e con la destra quando è salita in sella. La Muraro non nasce grillina, e si è pensato di trovare il fianco scoperto del Movimento 5 stelle.

Ma è semplicimente ridicolo il modo in cui si vorrebbe affiancare il nome dell’assessore all’Ambiente a Mafia Capitale. Darei un consiglio al Pd che sta cavalcando quelle telefonate intercettate con Buzzi, e lo darei anche alla stampa così vigile e talvolta invece molto distratta. Prima di affrontare il caso Muraro, chiudiamone un altro: quello della deputata Pd Micaela Campana, più volte intercettata con Buzzi (cui si rivolgeva così in un sms: “Bacio, Grande Capo”), e pizzicata pure mentre faceva da tramite, ricordandolo allo stesso Buzzi, per un finanziamento elettorale destinato a Daniele Ozzimo, che era all’epoca il suo compagno nella vita e che poi è stato arrestato in questa inchiesta.

La Campana per altro è ancora al centro di un altro mistero di quella inchiesta. Protagonista di un’altra telefonata fatta a lei da Buzzi su cui gli inquirenti si dannano da tempo. Il boss di Mafia Capitale riassume alla Campana i versamenti fatti per il compagno Ozzimo: “Diecimila la Ventinove, e cinquemila Atlante, okay?… Figurati, per Daniele e per te…Aiutaci con Massimo, però… Grazie, fammi sapere, ciao”. Ecco, sul misterioso Massimo presso cui la Campana doveva aiutare Buzzi non si è venuti a capo di nulla. La polizia giudiziaria allarga le braccia: “Dall’analisi delle attività tecniche non è stato possibile chiarire cosa volesse intendere Buzzi con l’espressione aiutaci con Massimo…”.

Allora, messo in parallelo il copinvolgimento da non indagata della Campana e lo stesso peloso coinvolgimento della Muraro che tanto scandalizza oggi la stampa e lo stesso Pd, quale sembra politicamente più rilevante? Non c’è paragone fra i due casi, e quindi prima si dimetta da deputato la Campana, e poi il Pd ha diritto di parlare di un caso Muraro. Ma quel partito prima dovrebbe fare dimettere anche la neoeletta presidente del Primo municipio di Roma, Sabrina Alfonsi, che prese i soldi da Buzzi come finanziamento alla sua scorsa campagna elettorale. Anche lei non indagata, ma quei soldi li ha incassati senza dire né “ah”, nè “bah”. Un fatto anche questo assai più rilevante delle telefonate Buzzi-Muraro all’improvviso scoperte con scandalo… Allora, si risolvano questi due problemini in casa propria, e poi si può aprire bocca. Finché sono aperti, il Pd taccia.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: